Mi presento. Sono Daniela Rossi...


mi sono laureata a Venezia in Lettere moderne, indirizzo storico artistico contemporaneo (sì, prima della riforma del 3+2! Quando ci volevano 4 anni per laurearsi e l'ultimo anno dovevi anche iniziare a preparare anche la tesi), ho  intrapreso poi la carriera professionale nell'ambito della pubblicità e della comunicazione visiva, costruendo la mia esperienza presso la direzione commerciale e marketing di una primaria compagnia di assicurazioni e collaborando anche con molte agenzie di comunicazione. Ma questo è tutto materiale riposto negli scaffali alti e polverosi, insomma sono esperienze molto felici ed eclettiche che si sono concluse. In quegli anni ho iniziato a specializzarmi nella stesura di testi, in termine tecnico ero: copywriter, gostwriter, redattrice, pubblicista (ma non mi sono mai iscritta all'albo professionale) e addetta stampa. In parallelo conducevo la mia ricerca accademica; sì, sono una studiosa di teorie, tecniche e linguaggi dei media e ho insegnato per 10 anni “Storia della grafica e della grafica pubblicitaria” presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia, approfondendo il tema della comunicazione pubblicitaria di genere e degli stereotipi, sono intervenuta in numerosi convegni, conferenze e seminari (questo lo faccio anche oggi!). La didattica e la formazione mi appassionava molto, così ho progettato e realizzato seminari e wokshop nelle discipline della comunicazione e delle arti visive e ho avuto come committenti: Enti, Associazioni, Istituzioni scolastiche e aziende private. In tempi più recenti, e qui cominciamo a scendere negli scaffali più bassi, sono tornata studentessa e ho conseguito il perfezionamento in Letteratura per l’infanzia, illustrazione ed editoria presso l’Università degli Studi di Padova e poi ho iniziato l’attività di editor indipendente e di animatrice di laboratori di lettura. Penso che sia importantissimo leggere per cui promuovo la lettura organizzando rassegne letterarie e incontri con gli autori e laboratori nelle scuole primarie, nelle ludoteche o biblioteche. Sì, penso che sia necessario coltivare la lettura fin da piccoli e coltivarla bene! Altrimenti è come nelle fiabe arriva l'antagonista (in questo caso il videogame di turno) e "zap"! Ti rapisce il protagonista!
Ma non finisce qui... ho osato anche cimentarmi nella scrittura per bambini, bambine, ragazzi e ragazze (scusate la deformazione inclusiva, cerco sempre di superare gli stereotipi di genere) e nel 2015, assieme all’illustratore Alessandro Coppola ho pubblicato, con L’Orto della Cultura Edizioni, Battito d’ali il mio primo albo illustrato e nel 2016, con Di Marsico Libri, Per un soffio… - un progetto editoriale premiato alla 13a edizione del Concorso Internazionale di libri per bambini e ragazzi, “Sulle ali delle farfalle e dei cigni” indetto dal Comune di Schwanenstadt (Austria) -. Sempre insieme all’illustratore Coppola, ho vinto il 1° premio dell’edizione 2016 del Concorso Internazionale di libri per bambini e ragazzi, “Sulle ali delle farfalle e dei cigni” indetto dal Comune di Schwanenstadt (Austria) con il progetto Smartphone life Tu non vedi la realtà. Attualmente sto curando i testi di una nuova collana di illustrati per Moon, uno dei brand del Gruppo Editoriale Rusconi, e collaboro come consulente editoriale e editor con alcune case editrici indipendenti.